NAPOLI – Gli agenti del Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Campania stavano effettuando la vigilanza ai varchi dei nuovi dispositivi di sicurezza, adottati di recente in aggiunta ai già rodati dispositivi perimetrali, quando hanno effettuato il controllo di un cittadino cinese in partenza per Roma. L’uomo, un cinquantaquattrenne della Repubblica Popolare Cinese, residente in provincia di Napoli, aveva al seguito uno zaino che i poliziotti hanno chiesto di ispezionare; all’interno l’inattesa scoperta: una somma di oltre 60 mila euro, suddivisa in mazzette di banconote di piccolo taglio. Condotto negli Uffici della Polizia Ferroviaria per accertamenti, lo straniero, a carico del quale sono emersi diversi precedenti penali e di Polizia tra cui anche l’esercizio del gioco d’azzardo, non ha fornito alcuna plausibile giustificazione né sul motivo della detenzione di tale somma, né tantomeno sulla sua provenienza, dando anche informazioni confuse e dichiarando di non svolgere attività regolarmente retribuite ma di occuparsi di lavorazione di prodotti agricoli. Pertanto, data la dubbia provenienza del danaro, anche in ragione del taglio delle banconote, l’ingente somma è stata preventivamente sottoposta a sequestro, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e in attesa di ulteriori accertamenti