Alessio Sireno, centrocampista del Brindisi

SORRENTINO – L’assenza per infortunio di bomber Letizia e del centrocampista Conte a cui si è aggiunta l’espulsione ad inizio secondo tempo di Scognamiglio, hanno condizionato una gara che alla fin dei conti si è rivelata povera di emozioni. “Le uniche occasioni da gol le abbiamo create noi, una con Lepre e poi la punizione di Napolitano. Il Brindisi è una signora squadra, ha delle difficoltà dal punto di vista societario ma vanta dei giocatori di spessore. La nostra squadra – sottolinea Sorrentino – ha un’età media bassissima, basta vedere la nostra panchina. L’esperienza – continua il mister puteolano – mi ha insegnato che quando le partite non si riescono a vincere, l’importante è non perderle, perché abbiamo affrontato una squadra che si trova sotto di noi in classifica e che con questo risultato manteniamo sempre a distanza”. Il punto conquistato consente alla Puteolana di chiudere il girone d’andata a quota 21 punti in classifica, in perfetta linea con la media salvezza. Classifica che resta nel contempo piuttosto corta anche grazie al risultato delle avversarie. “Speriamo come minimo di poter fare gli stessi punti, per poi vedere alla fine cosa succederà. Oggi non ho nulla da recriminare alla squadra, che ha lottato, sudato per tutto l’incontro. Per questo considero questo pareggio un buon punto conquistato”. Il girone di ritorno vedrà nelle prime partite i granata impegnati in alternanza, con MonosPolis, Ischia e Gladiator in casa ed in trasferta con Nardò, Pomigliano e Francavilla, queste ultime dirette concorrenti per la salvezza. “Saranno delle vere battaglie, ma la squadra nelle ultime gare fuori casa ha dimostrato di aver personalità e di poter fare anche la partita. Per noi non cambia tanto la partita in casa o fuori, perché una squadra che deve salvarsi deve fare punti contro tutti. Lo spirito è quello giusto, ora lavoreremo durante il periodo natalizio cercando i recuperare giocatori importanti per noi come Letizia e Conte”. L’intervista si conclude con una battuta sui primi sei mesi da allenatore a Pozzuoli per Corrado Sorrentino. “Un’esperienza fantastica, bellissima. Sono fiero ed orgoglioso di poter sedere su questa panchina dove sono passati fior fior di allenatori. Dal punto di vista dell’affetto, il pubblico merita un bel dieci, perché ci sono sempre vicini sia in casa che ultimamente anche in trasferta. Per cui faccio gli auguri di Buon Natale e dico grazie per il tanto affetto mostratoci fino a questo punto del campionato”.

SIRENO – “È stata una partita abbastanza equilibrata. La nostra squadra veniva da tra partite in una settimana e forse per questo ci è mancata la giusta brillantezza. L’importante è non aver perso, in tal modo possiamo muovere sempre la classifica perché non siamo nella condizione di non poter prendere punti. Dobbiamo continuare su questa strada, solo così ci tireremo fuori alla grande dalla zona di classifica dove ora ci troviamo” afferma Alessio Sireno, centrocampista del Brindisi. La compagine biancazzurra arrivava a Pozzuoli, dopo i tre punti conquistati con il Matera domenica scorsa, ed il punto ottenuto nel recupero di mercoledì al “Viviani” di Potenza. “Come tutte le partite eravamo arrivati qui per portare a casa i tre punti. Ci tenevamo a continuare la nostra striscia positiva dopo gli ultimi risultati. In queste vacanze ci metteremo sotto per lavorare ancora di più, cercando di migliorare le cose che abbiamo sbagliato. Poi alla ripresa del campionato andremo a Bisceglie ad affrontare una grande squadra ma noi sicuramente non saremmo da meno”.

GENNARO VOLPE