POZZUOLI – Poche chiacchiere e ragionamenti: per la Puteolana 1902 oggi contava vincere e tenere a bada le tensioni e le voci che insinuavano di un ambiente scosso e destabilizzato dalle vicende presidenziali che hanno tenuto banco in questi giorni; un pò come una soap opera televisiva di scarsa fattura viva però negli argomenti di conversazione popolani. La Puteolana doveva replicare ai secondi quarantacinque minuti di Volla; la scorsa partita che al di là del risultato ha visto una squadra in panne, rinunciataria e sostanzialmente sparita dal terreno di gioco. Il Real Forio ha provato oggi a cavalcare l’onda delle pressioni che gravavano sui Granata, scendendo in campo con una formazione molto più simile ad una fortezza ancorata nella propria trequarti preparata unicamente a reggere alle avanzate avversarie con l’unica mira del pareggio. Per la ventiduesima giornata di campionato di Eccellenza allo Stadio Domenico Conte si sono affrontate Puteolana 1902 e Real Forio 2014.

PRIMO TEMPO OPACO – Non sono bastate però la grinta e la tenacia messa in campo dagli uomini di Napolano: il campo ha sostanzialmente legittimato i 42 punti che separano le due squadre agli antipodi della classifica. Finisce 2-0 per gli uomini di Ciaramella. Ma si diceva di un Forio arroccato in difesa ed una Puteolana padrona del campo alla ricerca del goal del vantaggio e asfissiata però dalla densità difensiva biancoverde. Sono trascorsi così i primi 45 minuti di gioco: pochissime le conclusioni e le azioni pericolose ad animare il pubblico presente. A dare spettacolo nello stretto e nei pochi spazi ci ha pensato Mimmo De Marco. Il folletto granata ha “giganteggiato” in un centrocampo orfano di Rosario De Rosa fermo per un fastidio al polpaccio. Una buona regia viziata senza dubbio dallo stato pietoso del terreno di gioco. Un manto erboso in condizioni precarie se non addirittura pericolose per la salute dei calciatori in campo. Purtroppo una costante che accompagna e invalida la qualità del gioco e i tatticismi granata.

I GOL NELLA RIPRESA – Secondo tempo, porte invertite, riprende il leitmotiv ormai del campionato granata: Puteolana arrembante, avversaria attendista. Le azioni granata sono però meno ordinate e impastate con la paura di impattare in un pareggio mortificante per gli obblighi dettati dalla classifica. Al nono della ripresa si registra il primo tiro degli ospiti. A provarci è il numero 9 De Luise, ma il suo è più un disperato tentativo di iscrivere a referto una conclusione che difatti finisce oltre la barriera che delimita lo stadio. A risolvere la partita ci pensa Daniele Napoletano: subentrato al posto di Panico, sembra spiegare al pubblico il suo particolare feeling con il gol e ne fa due. Una doppietta che permette ai puteolani di mantenere ancora la testa della classifica con 54 punti in vista della difficile  trasferta in casa dell’Afro Napoli.