LACCO AMENO– Come quindici giorni fa, si rivela amara la trasferta sull’isola d’Ischia per il Rione Terra, sconfitto quest’oggi dal Lacco Ameno con il risultato di 1-0. Questa volta, però, un passo indietro per la squadra di mister Tiziano Montefusco che, esattamente come con l’Ischia, dopo un ottimo primo tempo viene punita nella parte finale di un match dalle prospettive completamente diverse.

LA CRONACA– L’approccio alla gara dei puteolani è buono e già nei primi minuti vengono confezionate le prime palle gol. Il primo a provarci è Di Matteo ma Mazzella, portiere dei padroni di casa, è reattivo sul piazzato ben calciato dal numero dieci flegreo. Il Rione Terra inizia a macinare: Sica si ritrova a tu per tu con Mazzella ma ancora una volta è bravo ma alla ‘Garella’ con i piedi tiene il parziale sullo 0-0. Sul seguente angolo svirgola la retroguardia del Lacco Ameno ma la sfera lambisce il palo. Nel finale Sica e Di Matteo sono scatenati ma Mazzella è insuperabile. Si chiude così un primo tempo dai grandi rimpianti per i gialloblu. Nella ripresa, salgono di tono i padroni di casa ma è il Rione Terra che va vicino al gol con Di Matteo e Mazzella che rinnovano il proprio duello individuale: sulla conclusione calciata magistralmente da Di Matteo il pallone, complice la leggera ma provvidenziale deviazione dell’estremo difensore, colpisce il palo interno attraversa la linea di porta ed incredibilmente esce. Sfortuna ma anche imprecisione per la formazione di mister Montefusco che sembra accusare gli episodi avversi e nel finale c’è la beffa: Granato prima è bravo a metterci i guantoni al primo vero tentativo poi capitola. Al 36′ Muscariello, entrato da pochi minuti, conquista di forza il pallone nella tre quarti del Rione Terra poi stesso lui trasforma il gol che decide le sorti della gara. Finisce così il Lacco Ameno si impone 1-0 ed il Rione Terra è costretto a leccarsi le ferite.

PARLA IL DS ENNIO– Due sconfitte ed un pareggio, primo momento di flessione per il Rione Terra dopo un brillante inizio, queste le parole di Carmine Ennio, direttore sportivo dei flegrei, nel post partita: “Ancora una volta recriminiamo per una sconfitta immeritata dal punto di vista della prestazione ma che deve essere vista come un campanello d’allarme. E’ il primo momento di flessione dopo un grande inizio ma non dobbiamo mollare. Forse ci specchiamo troppo quando dobbiamo essere più “cattivi” e cinici, dobbiamo essere più concreti. E’ un peccato perdere punti così, occorre rialzarci subito, cancellare questa sconfitta e riprende a fare punti a partire dalla prossima partita con il San Giuseppe. Nulla è compromesso (la classifica è cortissima) ma dicembre è vicino. Il presidente Di Bonito, così come tutta la società sta facendo sforzi enormi per un Rione Terra sempre più ambizioso e proprio in tal senso siamo vigili sul mercato in entrata ma anche in uscita. Oa cancelliamo questa sconfitta e ripartiamo più determinati”.

TABELLINO

LACCO AMENO- Mazzella, Capuano, Palomba, Muscariello M., Tessitore, Monti, Cantelli, Barile, Filosa, Iovene, Iacono. A disp. Zabatta, Dinu, Amendola, Barr, Romano, Lombardi, Matarese, Giulietti, Muscariello C. All. Iervolino A.

RIONE TERRA– Granata, Fusco, Del Giudice, Maisto, Ranieri, Iervolino, Lanuto, Caerchiaro, Corace, Di Matteo, Sica. A disp. Marchese, Cacciapuoti, Cangiano, De Luca, Sinagra, Lovriso, Massa, Liccardi, De Angelis. All. Montefusco T.

ARBITRO: Perna di Torre del Greco

ASSISTENTI: Imperatore e Di Matte

RETI: 36’st Muscariello C.

AMMONITI: Sinagra