POZZUOLI– Reduce dal k.o. casalingo con l’Ottaviano, il Rione Terra è ora atteso dal Pianura, capolista del girone B del campionato di Promozione. Per l’undici di mister Montefusco, che nella sfida di andata uscì sconfitto ma a testa altissima (1-2 per il Pianura con un rigore fallito per i flegrei), forse il banco di prova più duro nel momento più “caldo” della stagione. Il Rione Terra è nella terra di mezzo, con la zona rossa a debita distanza e la quinta piazza (che vale la post season) non così lontana.
Domenica 2 febbraio al Simpatia di Pianura, calcio d’inizio fissato alle ore 11.

L’EX IMPROTA– Tra le fila del Rione Terra è il robusto centrocampista pezzo pregiato del mercato dicembrino, Ciro Improta, (uno dei tanti ex della sfida con Maisto, Corace oltre al tecnico Montefusco) a spingere i compagni a pensare positivo: “Affrontiamo una squadra costruita per vincere il campionato, ma come già abbiamo dimostrato, possiamo giocarcela con tutti. Giocheremo come siamo abituati a fare, a giocare a viso aperto, senza pressione, e proveremo in tutti i modi a portare a casa un risultato positivo, ci dobbiamo credere – spiega il centrocampista gialloblu – Così come con il Procida, anche con l’Ottaviano oltre una gran mole di gioco purtroppo non siamo riusciti a concretizzare, dobbiamo migliorare questo aspetto e prestare maggiore attenzione nella fase difensiva. Non dobbiamo guardare la classifica, giochiamo partita dopo partita, siamo convinti di poter dire la nostra e puntare quanto più in alto possibile. – chiusura infine sul suo arrivo al Rione Terra – ho trovato una società seria, organizzata ed ambiziosa che sta provando a poco a poco ad emergere nel calcio dilettantistico regionale e sono convinto che ci riuscirà. Il rapporto con il mister Montefusco, lo staff tecnico e la squadra è ottimo, sono molto contento della scelta fatta a dicembre e spero di ripagare sul campo chi ha creduto in me“.