BACOLI/ Frane e smottamenti di terreni, arriva l’ordinanza del sindaco per i privati

I proprietari di immobili e terreni dovranno avviare gli accorgimenti per l'irreggimentazione ed il coinvolgimento delle acque meteoriche

BACOLI – Allagamenti, smottamenti e frane di terreni collinari. Sono tutti fenomeni alquanto frequenti nella città di Bacoli quando si registrano frequenti piogge. Un problema per pedoni, centauri e automobilisti in quanto tanti sono i disagi per la viabilità. «Questa circostanza è aggravata da una deficiente o carente tenuta dei fondi rustici limitrofi alle vie principali e vicinali, le cui acque di scolo, non adeguatamente irreggimentate e convogliate, in occasione delle piogge defluiscono nelle strade in parola, trasportando vegetazione e detriti, intasando le vie di deflusso e provocando disagi e situazioni di pericolo», si legge in un’ordinanza a firma del sindaco Josi Gerardo Della Ragione. Il provvedimento nasce per favorire il naturale deflusso delle acque anche a fronte di abbondanti precipitazioni, scongiurando ogni possibile pericolo per la circolazione stradale e gli smottamenti di terreno, nonché il ristagno di acqua nei fossi o nei canali dovuto all’ostruzione degli stessi.

IL PROVVEDIMENTO – Il primo cittadino di Bacoli ordina ai proprietari di immobili e terreni, in posizione limitrofa e non alle vie ad uso pubblico, principali e vicinali, di porre in essere tutti gli accorgimenti tecnici ed operativi, per l’irreggimentazione ed il coinvolgimento delle acque meteoriche, dei detriti terrosi, dei residui della lavorazione agricola e della vegetazione. Nel provvedimento ci sono inoltre disposizioni ben precise per fondi rustici, aree di pertinenza dei fabbricati e fondi limitrofi o frontisti a strade ad uso pubblico.