Lagno 1BACOLI – Disagi nella zona del “Lagno”, dove le caditoie ai margini della strada risultano essere ostruite ed inservibili, arrecando non poche difficoltà ai residenti in zona soprattutto durante le giornate di pioggia. A portare all’attenzione dell’Assise di via Lungolago la problematica è la consigliera Monica Carannante, membro del partito di Forza Italia, attraverso una nota indirizzata al sindaco di Bacoli Josi Della Ragione e agli assessori Marianna Illiano, delegata all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici ed Alessandro Parisi, tra le cui deleghe anche Bilancio e Nettezza Urbana.

monica carannanteLA SEGNALAZIONE – «Il canale di scolo delle acque bianche che da via Giulio Cesare si raccorda a via Papino Stazio versa in uno stato di degrado che non può e non deve essere sottovalutato, perché insistente in una delle zone in cui maggiormente ristagnano i flussi d’acqua», ha spiegato Monica Carannante. Ad occhio nudo è evidente che le grate sono oramai un tutt’uno con l’asfalto e dalle poche fessure ancora aperte, nei canali vi si trova di tutto. Così, l’impedimento del regolare scorrimento delle acque determina l’allagamento della strada e delle abitazioni ivi stanti.

Lagno 3SOSPETTO SVERSAMENTO ACQUE NERE – Ma la consigliera di Fi che siede tra le fila della minoranza, non disdegna di sollecitare l’attuale squadra di governo a far luce su un’altra, preoccupante questione: «si sospetta che nel canale vengano sversate anche acque nere provenienti da impianti di sollevamento muniti del foro del “troppo pieno”, pratica chiaramente illegale». E poi conclude: «Considerata l’estrema criticità della situazione chiedo all’Amministrazione di verificare lo stato dei luoghi e prendere i dovuti provvedimenti».