POZZUOLI – Un terribile impatto costato la vita ad un automobilista. Erano le 18.50 di ieri quando sulla A1 Milano-Napoli, nel tratto tra Caianello e Capua (in direzione di Napoli), si è consumata la tragedia stradale. L’incidente ha coinvolto una vettura ed un camion: ad avere la peggio Antonio Vicidomini, commercialista 50enne di Pozzuoli. L’uomo era a bordo di una macchina di grossa cilindrata, guidata dal collega B.D., quest’ultimo trasferito in ospedale, dove resta ricoverato sotto l’attento monitoraggio dei medici. Vani, invece, i tentativi di rianimazione da parte dei “camici bianchi” per Vicidomini; il commercialista puteolano con studio in via Pergolesi non ce l’ha fatta. Troppo gravi le ferite riportate nello schianto. Sul posto, all’altezza del chilometro 711.3, sono intervenute pattuglie della polizia stradale oltre al personale di Autostrade per l’Italia della Direzione di Tronco di Cassino. Traffico rallentato e chilometri di coda hanno fatto da cornice all’ennesima strage sull’asfalto.

LO SCONTRO – Ancora da chiarire la dinamica dell’impatto risultato fatale al commercialista. Disposta l’autopsia sulla salma del 50enne puteolano. La notizia della morte di Vicidomini ha fatto, intanto, il tam tam tra le strade della città; l’uomo era molto conosciuto sul territorio ed apprezzato per le sue qualità umane e professionali. Parole di cordoglio da parte del presidente dell’Acf (Associazione commercialisti flegrei), Paolo Ismeno: «La nostra comunità perde per infausto evento un valido professionista ma principalmente una persona di grande umanità e serietà. Sono, siamo, addolorati come accade sempre quando una famiglia perde un proprio caro. Ci stringiamo attorno ai familiari con grande affetto». Ad esprimere vicinanza ai parenti di Vicidomini anche il presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli, Vincenzo Moretta.