POZZUOLI – Il Direttore Generale dell’ASL Napoli 2 Nord ed il Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa hanno sottoscritto una convenzione con l’obiettivo di “parlare nel modo giusto ai 490.000 cittadini del territorio dell’ASL Napoli 2 Nord in età compresa tra i 45 e i 74 anni per far sapere loro quali occasioni hanno per accedere gratuitamente ai percorsi di screening oncologico”La convenzione prevede l’assegnazione di due borse di studio di un anno a due ricercatori negli ambiti della comunicazione sui social media e nell’ambito del Communication Marketing”.

L’OBIETTIVO – Il Direttore Generale Antonino D’Amore ha affermato che «il contesto in cui lavoriamo è estremamente particolare perché circa il 30% del milione dei nostri assistiti si trova in una condizione di disagio economico, tanto da richiedere l’esenzione dal pagamento del ticket. Spesso poi, la deprivazione economica – continua il dottor D’Amore – si accompagna a livelli culturali medio-bassi e, conseguentemente, come dimostrato da diversi studi internazionali, ad una scarsa sensibilità alle attività di prevenzione. Costruire una partnership con l’Università Suor Orsola Benincasa che fa ricerca nell’ambito della comunicazione diventa per noi fondamentale, perché ci permette di individuare i modi e i mezzi più efficaci per parlare con i nostri assistiti».

LA SODDISFAZIONE – A sua volta il Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Lucio d’Alessandro, fondatore nel 2003 della prima Scuola di Giornalismo del Mezzogiorno, ha espresso soddisfazione per la convenzione ed ha dichiarato che «si tratta di un compito di altissimo valore sociale che accogliamo con grande orgoglio e con la certezza che i nostri giovani siano stati adeguatamente formati per raccogliere questa sfida con la necessaria competenza professionale ma anche con la consapevolezza dell’impegno etico che richiede un’attività di sensibilizzazione su un tema così delicato come quello della salute pubblica».