piante di marijuana

POZZUOLI – Arrestato mentre si prendeva “cura”  delle proprie piante dai finanzieri appostati nelle campagne di Pozzuoli.  Non semplici piante da ornamento le sue, ma una vera piantagione marijuana, con arbusti alti 3 metri e larghi 2, abilmente mimetizzate tra la fitta vegetazione di un vigneto.  In tutto otto piante di marijuana per un peso complessivo di 250 chilogrammi sequestrati dalle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Napoli che hanno arrestato un 35enne di Napoli, D.G.A., pluripregiudicato e denunciato un altro uomo, D.C. 35 anni, di Quarto, proprietario di un vicino terreno nel quale sono state rinvenute tre delle otto piante sequestrate.

DA PREPARARE PER LA VENDITA – Quantitativi di marijuana che fra qualche giorno, terminato il ciclo della fioritura, sarebbero poi state tagliate e fatte esiccare per poi essere immesse sulle piazze di spaccio della cittadina flegrea.Teatro della coltivazione di marijuana i terreni di Torre Poerio, località tra via Provinciale Pianura e via Campana.

IL BLITZ – Una volta individuata la coltura, abilmente occultata nella fitta vegetazione di un vigneto, i finanzieri si sono appostati nell’attesa che giungesse il proprietario del terreno o la persone che “curava” la piantagione. Così dopo qualche ora di attesa, giungeva sul posto il D.G.A. che iniziava a prendersi cura delle piante. A quel punto, entravano in azione i finanzieri che fermavano e arrestavano il 35enne per coltivazione illegale di marijuana. Successivamente, da un sopralluogo effettuata nell’abitazione dell’uomo, i militari rinvenivano 2 fucili da caccia illecitamente detenuti senza regolare porto d’armi.Ma l’operazione proseguiva anche in un vicino terreno dove venivano rinvenute altre tre piante di marijuana che faceva scattare la denuncia per D.C., il proprietario dell’appezzamento.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]