Si delinea la seconda edizione del “Pozzuoli Jazz Festival”, in programma dall’8 al 16 luglio organizzato dall’associazione “Jazz and Conversation”. Un cartellone di altissimo profilo e con artisti di fama internazionale accontenterà tutti gli amati della musica d’autore.

LE SERATE– Venerdì 8 luglio sarà l’accoglienza dei “Fous du Port” Dixieland Jazz Band, seguiti dal jazzista etno-mediterraneo Paolo Licastro e dalla cantante di origine francese Kelly Joyce a inaugurare l’edizione 2011 del “Pozzuoli Jazz Festival”. L’evento prenderà il via dalla location più suggestiva del territorio flegreo, Il Vulcano Solfatara. Quello di Pozzuoli è l’unico Jazz Festival al mondo che si svolge all’interno di un vulcano. Il sito accoglierà pubblico e artisti offrendo la possibilità di una visita notturna al cratere.

Sabato 9 luglio, ancora presso il Vulcano Solfatara, sarà la volta di Mario Romano Ensamble chitarrista napoletano che unisce il jazz alle melodie proprie della tradizione partenopea. Guest super atteso nella stessa notte il pianista Joe Amoruso, che negli anni  Settanta fu enfant-prodige partenopeo delle nuove correnti pop. Seguirà il concerto di Luca Aquino musicista di origini sannite che presenterà il suo ultimo lavoro “Chiaro” per la neo etichetta Tuk Musica di Paolo Fresu.

Ultimo appuntamento presso il Vulcano Solfatara è per il 10 luglio. Protagonisti della serata gli Slivovits, gruppo partenopeo che propone nella sua musica interazioni tra funk, jazz e musica araba e la cantante inglese Sarah Jane Morris.

Dal 14 luglio l’evento si sposterà all’Habiba Damiani Lago, una terrazza che si affaccia sul mitologico lago D’Averno. Dalle ore 21 sarà in concerto Antonello Salis, fisarmonicista, pianista e compositore italiano.

Altro cambio di location previsto per il 15 luglio. A fare da cornice alle proposte musicali sarà questa volta il settore Venere delle Terme Romane di Baia. Saliranno sul palco la cantante Virginia Sorrentino, uno dei migliori chitarristi jazz italiani Pietro Condorelli e il giovane contrabbassista napoletano Marco De Tilla, cresciuto sotto la guida di Rino Zurzolo.

La serata conclusiva del Festiva è fissata per sabato 16 luglio al Tempio di Nettuno, nel complesso termale a Pozzuoli che sorge a pochi passi dall’Anfiteatro Flavio, già scenario l’anno scorso della prima edizione. Aprirà la serata la formazione Elisabetta Serio Trio, che vedrà Elisabetta Serio al pianoforte, Giacomo Pedicini al contrabbasso e Leonardo De Lorenzo alla batteria.  Cantante della serata Annalisa Madonna, ex vocalist dei Vox Populi.  La chiusura del festival spetterà a Bebo Ferra Quartet chitarrista jazz che nel 1991 ha vinto il concorso “Jazz Contest”.

IL DOPO FESTIVAL– L’associazione “Jazz and Conversation” ha inserito nel programma ben otto “appuntamenti dopo festival” allestendo l’evento “Mangia sano…Tiratardi e… suona molto jazz” e individuando i punti di ritrovo in tre bar tra Pozzuoli e Bacoli.

L’8 luglio alle ore 22 al Grancaffè Cannavacciuolo si esibirà Rosario Jermano Project e alle ore 23 al Batis, in località Baia, saliranno sul palco Franco Castiglia e Joe De Marco Band. Il 9 luglio ancora al Grancaffè Cannavacciuolo la S-Sona Band suonerà alle ore 22. Il 10, invece, il dopo festival si sposta Al Blamangieri con “Around the jazz lab live” e il laboratorio di musica d’insieme diretto da Corrado Pavonessa.

Il 15 luglio sarà la volta del Batis con l’Associazione Jazz and Conversation che presenterà “Diminuendo e crescendo in….blue” a cura di Antimo Civero.

Infine, il 16 si chiuderà al Grancaffè Cannavacciuolo con Vittorio Castaldi Band.

ROBERTA LUCCI
[email protected]