di Gennaro Del Giudice

La donna è deceduta dopo essere uscita dal cardiologo

POZZUOLI – Era appena uscita dallo studio del suo cardiologo quando un infarto l’ha stroncata senza lasciargli scampo. In questa maniera assurda è morta Giulia Mancini, 71 anni, nativa di Marigliano ma residente da anni con la propria famiglia a Pozzuoli nel quartiere di Monterusciello. Una tragedia assurda che getta dubbi e sospetti sul medico che l’aveva appena visitata. Una vicenda sulla quale la Magistratura vuole vederci chiaro: il Pm di turno ha disposto l’autopsia sulla salma che è stata sequestrata. Inquietante il racconto di alcuni testimoni: la donna una volta lasciato lo studio medico avrebbe continuato a lamentarsi, affermando di avere difficoltà respiratorie. Sul posto, secondo il racconto degli inquirenti, i medici accorsi avrebbero constato, dal tracciato e dall’ecodoppler  in possesso della 71enne, un principio d’infarto. La donna è deceduta all’interno di un negozio di frutta e verdura dopo essere stata soccorsa da alcuni passanti.

 

LA TRAGEDIA – E’ avvenuta intorno alle 13.00 in via vecchia San Gennaro, nei pressi della Chiesa del Carmine di Pozzuoli nella zona meglio conosciuta come “Dietro la Croce”. La 71enne, sposata con un ex dipendente del comune di Pozzuoli e madre di cinque figli, ieri mattina si era recata presso un centro Cardiongiologico, dove, stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, sarebbe stata sottoposta a un tracciato coronario e un ecodoppler. Terminata la visita l’anziana, che era in compagnia di una figlia, sarebbe scesa in strada per fare ritorno a casa. Pochi passi e un malore la costringeva a chiedere aiuto. A quel punto, passanti e titolari dei vicini negozi accorrevano per prestare i soccorsi alla donna. Subito veniva chiamato il medico che qualche minuto prima l’aveva visitata dandogli l’ok. Purtroppo, però, per la povera Giulia Mancini non c’era nulla da fare. Un infarto le stroncava la vita all’interno del negozio di ortofrutta.

 

SEQUESTRATA LA SALMA – Inutile era anche l’intervento dei sanitari del 118 giunti a bordo di un’ambulanza che non potevano fare altro che constatare il decesso. Rabbia e sconcerto tra i presenti e da parte di alcuni vicini di casa accorsi sul posto dopo aver appreso. La salma della povera donna nel primo pomeriggio è stata condotta presso il centro di medicina legale del Secondo Policlinico di Napoli dove nelle prossime 24 ore sarà effettuata l’autopsia. Il medico, intanto, è stato identificato dagli agenti di Polizia Municipale di Pozzuoli diretti dal comandante Carlo Pubblico ma, al momento, non risulta indagato.