Nello Savoia con l’onorevole Francesco Lollobrigida venuto a Bacoli per dare il proprio supporto al candidato di Fratelli d’Italia

BACOLI – Ultimo sprint finale per queste regionali 2020 che il 20 e 21 settembre vedranno alle urne i cittadini campani per decidere chi governerà per i prossimi 5 anni e chi andrà a comporre il consiglio regionale. Davanti ad uno schema forbito di candidati, il centrodestra punta, con Fratelli d’Italia, su una rosa di veterani della politica e della macchina amministrativa. Tra i nomi maggiormente quotati, quello di Nello Savoia, presidente provinciale del partito di Giorgia Meloni, attualmente autosospeso per affrontare la competizione elettorale, nonché consigliere ANCI. Savoia, cittadino di Bacoli e consigliere comunale, pone grande attenzione ai territori dell’intera area flegrea sotto vari aspetti, primo tra tutti la riorganizzazione del territorio. «Una delle mie priorità sarà quella dell’approvazione del nuovo Piano territoriale regionale con l’adeguamento ai nuovi piani regolatori comunali – dichiara il candidato di Fratelli d’Italia – dopo la vita, la casa, un tetto, è l’interesse primario di ogni individuo. Dobbiamo garantirlo con una nuova pianificazione, siamo fermi da più di 20 anni. Dobbiamo puntare sul miglioramento della rete dei trasporti, il trasporto pubblico su gomma, ferro e per mare, per noi altrettanto importante. Riaprire la stazione della Cumana di Baia al più presto perchè uno snodo così importante non può restare chiuso. Procedendo alla riapertura non solo andremo ad agevolare enormemente gli spostamenti della popolazione dal centro di Napoli fino alla periferia flegrea, contrastando notevolmente il fenomeno dell’inquinamento ambientale, ma andremo anche ad agevolare il commercio, l’economia, proprio perché la stazione di Baia è situata proprio di fronte il Porto.»

TRAFFICO, LAVORO E RIFIUTI «Dobbiamo realizzare -prosegue Savoia – un piano traffico tale che si archivi definitivamente l’imbottigliamento paralizzante a cui siamo sottoposti. Bisogna lavorare sulla questione ambientale e contrastare gli sversamenti in mare e i roghi tossici, dobbiamo ridare bellezza ai nostri litorali non possiamo riempirli di detriti. Dobbiamo guardare al territorio, tutto, perché non possiamo puntare su degli aspetti e tralasciarne altri. Intendo puntare sul lavoro, creare indotti, lavorare sulla formazione e sulle competenze, puntare alla digitalizzazione e percorsi per singoli e piccole medie imprese. Poi si deve dare più attenzione alla famiglia, dare sostegno a chi ne ha bisogno, incentivare le nascite e dare supporti alle famiglie con casi di disabilità. Far sentire la gente sicura, che possano vivere i territori in maggiore sicurezza, investendo su questa. Aumentiamo gli investimenti, facciamo girare la nostra economia. La scuola, mettiamo in sicurezza le nostre scuole e permettiamo ai nostri bambini di mettere buone basi per costruirsi il futuro».

*articolo elettorale con contenuto sponsorizzato