POZZUOLI – La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con conseguente criticità idrogeologica diffusa e codice colore “Arancione”. A partire dalla mezzanotte e per l’intera giornata di domani, domenica 24 novembre, si prevedono “precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o locale temporale, localmente intense”, oltre a “locali raffiche di vento nei temporali” e “mare agitato”. L’amministrazione comunale ha deciso di tenere chiusi per la giornata di domani i parchi pubblici.

LE RACCOMANDAZIONI – Inoltre raccomanda ai cittadini l’osservanza delle misure di auto protezione previste in questi casi e in particolare: di osservare particolare prudenza negli spostamenti limitandoli a quanto strettamente necessario; evitare l’uso di motocicli e di motoveicoli e autoveicoli furgonati e telonati; assicurare tutti gli oggetti lasciati in zone esposte che, cadendo, possano arrecare danno all’incolumità delle persone (es.: vasi o altri oggetti posizionati su davanzali o balconi, antenne, rivestimenti di tetti provvisori, ecc.); evitare, a piedi o su veicoli, di sostare sotto alberi, pali, segnaletica, impalcature, oggetti sospesi o esposti al vento; segnalare l’eventuale instabilità di tali elementi o di fenomeni di dilavamento e/o franosi chiamando i numeri di emergenza 112 113 115; evitare, per quanto possibile, di transitare a piedi o su veicoli in strade che per la loro conformazione e posizione in costanza di nubifragi possono raccogliere grandi quantità d’acqua; evitare l’uso delle imbarcazioni e assicurare preventivamente le barche e le strutture presenti sulle spiagge e nelle aree portuali; evitare di sostare in aree esposte al moto ondoso.
Si raccomanda di tenersi informati sull’evolversi della situazione, consultando i canali ufficiali comunali, sito istituzionale e pagina Facebook del Comune. Il Centro Operativo Comunale e la centrale della Polizia municipale sono in allerta, in costante comunicazione con la Sala Operativa Regionale Unificata e le strutture preposte al monitoraggio, ed è attivo il presidio costante del territorio e dei punti più vulnerabili al rischio idraulico ed idrogeologico.