POZZUOLI – Si è svolta stamattina per le vie del centro storico la sfilata in maschera degli alunni del I circolo didattico di Pozzuoli. Il gruppo si è radunato in Piazza della Repubblica e ha rappresentato la maschera puteolana dell’800 “A’ vecchia ‘o Carneval”, maschera che contraddistingue la tradizione puteolana, nata nell’800 per salutare il Carnevale e annunciare la Quaresima. La kermesse è stata accompagnata anche da un altro personaggio storico del Rione Terra di Pozzuoli: Pappariello, il “verdumaio” che “semp murev  a Carneval”. Un giovane fruttivendolo di Piazza San Celso al Rione Terra che  era solito travestirsi da morto imbrattandosi il viso con il borotalco. Si stendeva sul suo carretto della frutta simulando il morto “Carnevale” e realizzando il corteo per il Rione, con al seguito tutta la popolazione: ricchi, poveri, vecchi e piccini, scugnizzi e scugnizzelle, lavandaie e pescatori, cardinali, preti e un priore, insieme per il saluto al Carnevale e il benvenuto alla Quaresima.

LA MANIFESTAZIONE – «Da un’idea del Carnevale a Pozzuoli di cultura e tradizione nasce una lirica in vernacolo napoletano dal titolo “A’ vecchia ‘o Carneval”, – dichiara la docente Rita Gemma Petrarca – un affresco degli albori dell’800 tutto dedicato alla conservazione del folklore e dei costumi puteolani». Tutti gli incisi recitati e cantati hanno rappresentato la tradizione popolare del rione. La benedizione solenne del Cardinale, l’incipit del Sindaco che ha aperto la manifestazione, l’auspicio della buona salute riscontrata dal priore, hanno chiuso i giochi e le danze del Carnevale degli alunni del I circolo di Pozzuoli. Ciò ha costituito una passeggiata ecologica e sportiva accompagnata dallo sventolio di fazzoletti colorati, dai sorrisi dei bambini, dalle musiche a tema, dai genitori al seguito che hanno gradito e partecipato alla splendida mattinata. Gli sbandieratori hanno chiuso gli spettacoli ed hanno capitanato il corteo carnevalesco.