POZZUOLI – Nella giornata di oggi ricorre la festa del Santo Patrono di Pozzuoli. Oggi si celebra San Procolo, diacono e martire nel 305 d.C. a Pozzuoli con Eutiche e Acuzio. San Procolo, uno dei “sette martiri puteolani”, fu decapitato nel corso delle feroci persecuzioni perpetrate dall’imperatore Diocleziano. Il corpo di san Procolo fu probabilmente sepolto dapprima presso il pretorio di Falcidio che dovrebbe trovarsi nei pressi della necropoli di via Celle, alla periferia di Pozzuoli, per poi trovare una definitiva collocazione nel Duomo della città.

LA CELEBRAZIONE – «Persistendo un preoccupante incremento dei nuovi casi di coronavirus, si è giunti alla determinazione di osservare una modalità che consenta la massima rappresentanza possibile delle varie articolazioni della nostra comunità diocesana – fa sapere in una nota la Diocesi di Pozzuoli – . Pertanto il clero sarà rappresentato dal Capitolo cattedrale, Vicari episcopali, Vicari foranei e dai parroci della città di Pozzuoli; la partecipazione dei fedeli non può superare le 70 unità, sempre nel rispetto delle misure di sicurezza sanitarie previste. La celebrazione sarà presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Gennaro Pascarella». La Santa Messa Pontificale è prevista per stamattina alle 10.30 e verrà trasmessa in diretta su Quarto Canale Flegreo (dgt 648) e in streaming sulla pagina Facebook della Diocesi di Pozzuoli e sulle pagine Facebook di DialogosTV e di Quarto Canale Flegreo.