TORRE ANNUNZIATA – I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Torre Annunziata hanno arrestato per furto di energia elettrica una 53enne del posto già nota alle forze dell’ordine, proprietaria di un noto bar del centro cittadino. I militari, insieme a tecnici della società elettrica, hanno scoperto che la rilevazione dei consumi era alterata del 93% a causa dell’applicazione di un dispositivo magnetico all’interno del contatore. Complessivamente, è stato calcolato un ammanco di circa 26.000 euro. La donna, sottoposta ai domiciliari, è in attesa di giudizio.