MONTE DI PROCIDA – Rifiuti non conformi agli standard di legge durante la raccolta dell’immondizia. Il Comune di Monte di Procida non ci sta e alza l’asticella dei controlli. Nelle prossime ore partiranno verifiche a campione a cura della polizia municipale e della Tekra. «Laddove si dovessero registrare delle difformità nel contenuto dei sacchetti, si provvederà ad applicare le sanzioni previste da leggi e regolamenti – annuncia il sindaco Giuseppe Pugliese –  Un ultimo doveroso appunto va fatto sulla spazzatura prodotta dai diportisti: in questo periodo, con l’incremento considerevole dei fruitori della marina, abbiamo grosse difficoltà a gestire la grande quantità dei rifiuti prodotti ad Acquamorta. Pertanto, ho approvato un’ordinanza che prevede l’utilizzo esclusivo dei cassoni collocati nell’area antistante i pontili, riservati a chi usufruisce dei servizi del porto, che saranno a loro volta oggetto di controllo da parte delle forze dell’ordine. Per intenderci non è possibile per i cittadini partire da casa coi propri rifiuti e depositarli in quei cassoni, né tantomeno è possibile che possano farlo ristoranti, bar ed esercizi commerciali».