QUARTO – Dopo lo stop subito nei mesi scorsi, riprende l’iter per il futuro affidamento del servizio della sosta a pagamento lungo alcune strade della città. Lo scorso 13 agosto, infatti, è stato nominato il Responsabile unico del procedimento, soggetto diverso dal redattore del progetto di fattibilità.

L’ERRORE FATIDICO – A decretare l’annullamento della gara era stato proprio l’aver individuato nella stessa persona colui che avrebbe dovuto ricoprire i due diversi incarichi, cosa non prevista dalla linee guida fornite dall’Autorità nazionale anticorruzione. Un vizio sostanziale, dunque, che di fatto aveva portato il Comune a “congelare” l’intera procedura e al quale ora si è posto rimedio. La gara, del valore di oltre 4 milioni di euro, si era già conclusa nel 2018 con l’affidamento ad una ditta di Capua.

LA LUNGA GESTAZIONE – Le strisce blu erano state mandate in soffitta dall’ex sindaco Secone nel 2007, per la pessima redditività: 242 mila euro all’anno di spese a fronte dei 122mila incassati. Nel novembre del 2016, poi, l’allora primo cittadino Rosa Capuozzo volle rispolverare il servizio anche per dare una boccata d’ossigeno alle casse comunali, inserendo la sosta a pagamento tra le voci del Piano di riequilibrio pluriennale. Secondo l’agenda dell’attuale amministrazione comunale – che nel giugno scorso ha approvato il Piano esecutivo di gestione – la nuova gara d’appalto dovrebbe concludersi entro il prossimo 31 dicembre.