QUARTO – Anche quest’anno è scattato il divieto di introdurre i fiori freschi nel cimitero comunale di Quarto. Il provvedimento entrerà in vigore nella giornata di mercoledì e resterà valido fino al prossimo 30 settembre. «L’utilizzo di fiori freschi durante il periodo estivo provoca il proliferarsi di parassiti ed insetti nonché esalazioni maleodoranti in caso di mancata rimozione di quelli secchi», fanno sapere dal Comune. Con il divieto di introduzione di fiori freschi nel camposanto di via Dante Alighieri si punta a salvaguardare, dunque, la pubblica incolumità ed igiene. Sul provvedimento, eseguito ogni anno in molti comuni italiani, è intervenuta negli anni scorsi la Coldiretti: «E’ paradossale che le ordinanze dei sindaci mettano il dito sull’inquinamento provocato da un fiore che appassisce, mentre in molte delle nostre città sono sempre più frequenti le piccole discariche a cielo aperto provocate dai rifiuti che strabordano dai cassonetti e che per giorni nessuno passa a raccogliere. Mini discariche cittadine nelle quali proliferano i topi, litigano le cornacchie e i gabbiani sempre più aggressivi e addirittura, razzolano i cinghiali».