Luca Salvati, 26 anni. Ha aggredito i carabinieri per sfuggire all'arresto
Luca Salvati, 26 anni. Ha aggredito i carabinieri per sfuggire all’arresto

QUARTO – C’era persino un cartello come quelli che si vedono nei normali negozi, ma di regolare c’era ben poco nel “covo” scoperto dai carabinieri. “Per colpa di qualcuno credito a nessuno” recitava la scritta posta all’interno di un’abitazione trasformata in piazza di spaccio. All’esterno una fila di clienti che lasciava poco spazio alle interpretazioni.

MILITARI IN AZIONE – Il blitz dei carabinieri della tenenza di corso Itaia è scattata nella tarda serata di venerdì. Gli uomini del comandante Leonardo Rosano hanno setacciato il rione 219 di via De Gasperi. In manette è finito il 26enne Luca Salvati, più volte arrestato per droga in passato. L’arresto di ieri, invece, è stato più rocambolesco. Tanto che lo spacciatore ha anche aggredito alcuni militari, finendo comunque immobilizzato. Dovrà rispondere di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. In casa i carabinieri hanno trovato 240 grammi di hashish e 170 di marijuana.

Il rione 219 di via De Gasperi
Il rione 219 di via De Gasperi

PISTOLA PRONTA A SPARARE – Ma soprattutto una pistola calibro 7,65 carica, che verrà esaminata per stabilire eventuali utilizzi in fatti di sangue. Inoltre è stata sequestrato l’intero impianto di videosorveglianza che permetteva, attraverso ben 7 telecamere, di proteggere da occhi indiscreti la piazza di spaccio. Tutto inutili, a quanto pare. I carabinieri hanno di fatto “ripulito” il tutto, spedendo il 26enne a Poggioreale per l’ennesima volta.