di Alessandro Napolitano

20150714_164726QUARTO – Decine di palloncini liberati in cielo al passaggio della bara, in una piazza Santa Maria gremita e in una chiesa nella quale era quasi impossibile entrare. Questo l’ultimo saluto a Marianna Esposito, la donna scomparsa tragicamente venerdì scorso mentre viaggiava con la sua auto verso casa.

 

COMUNITA’ SCOSSA – Un’intera città si è stretta attorno alla famiglia della 34enne, sotto un sole cocente, tra lacrime e commozione. Più volte dall’altare è stato lanciato l’appello affinchè  venisse lasciato più spazio ai parenti più stretti di Marianna,  già straziati dal dolore per una morte così assurda. I volontari della Intersecurity hanno distribuito centinaia di bottigliette d’acqua a chi ha affollato per circa due ore la principale piazza della città.

 

LA FIACCOLATA – Tra i presenti, oltre a parenti ed amici, anche i suoi colleghi dell’istituto scolastico privato nel quale insegnava la donna e i membri della San Mattia Onlus, associazione cattolica. Per questa sera alle 21 è stata organizzata una fiaccolata sul luogo dell’incidente, in via Marmolito. Dove Marianna ha impattato con la sua auto contro il cancello di un’abitazione dopo aver sbandato da sinistra verso destra. Questo ciò che dicono i rilievi dei carabinieri e le immagini delle telecamere di sicurezza della zona. Per l’esito degli esami autoptici bisognerà invece attendere ancora.