Le attività notturne in Villa Comunale
Le attività notturne in Villa Comunale

QUARTO – Birre in fresco, carne pronta e brace portatile sotto il braccio tutto pronto per una scampagnata estiva per sfuggire alla calura di città. Solo che le mete, questa volta, non sono le montagne avellinesi o casertane ma bensì “Villa Giovanni Paolo II” di Quarto. La villa comunale di Quarto di notte si trasforma in una braceria a cielo aperto. Questo è quanto raccontano i residenti che affacciano sulla “Villa”. Un’abitudine che pare abbia preso piede in queste notti di calura estiva. In casa fa troppo caldo e giù in villa comunale a fare barbecue e baldorie fino a mattina.

IL DISAGIO – Al divertimento e al rinfresco degli avventori notturni della villa comunale fa da contraltare il disagio dei residenti costretti a chiudere i balconi per i fumi e per gli schiamazzi che si protraggono fino all’alba. Una situazione ormai insostenibile segnalata giorni fa anche alla neo sindaco Rosa Capuozzo. Le frequentazioni notturne della villa comunale di Quarto non sono una novità, da anni infatti si susseguono denunce e appelli per chiudere nuovamente lo spazio pubblico nelle ore notturne o quanto meno installare un servizio di vigilanza che eviti i disagi a chi abita in zona.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]