QUARTO«Ho notato una forte e giusta protesta dei referenti della Lega sezione di Quarto, nei confronti dell’amministrazione, relativamente ai disagi di via Seitolla, che da mesi verso in uno stato di totale abbandono. Non posso fare altro che aggiungermi alla contestazione e sostenere la giusta dimostrazione di protesta.» a dichiararlo è Andrea Perotti esponente di Coraggio Quarto, già vicesindaco della passata amministrazione. «Però qualche dubbio mi viene, -aggiunge Perotti- perché in giunta ed in consiglio ci sono rappresentati della Lega, anche se non ancora dichiarati pubblicamente in consiglio, ma con posizioni evidenti grazie ai post su Facebook da loro pubblicati. Dichiarano la loro fierezza di aver sostenuto Salvini ed il Carroccio nell’ultima campagna elettorale alle Europee, ma continuano a sostenere un’amministrazione PD. Tutto ciò al contrario delle chiare direttive di partito a livello nazionale?»

I LEGHISTI – «Anche se in realtà di democratico questa amministrazione e questa giunta non hanno nulla -continua Perotti – Se veramente siete convinti dei punti politici, cosi come quando siete usciti dall’aula consiliare per votare contro il decreto Sicurezza, portati avanti da Salvini e dalla Lega, dichiaratevi apertamente, ci sono oltre 2000 elettori che si riconoscono in quei valori, altrimenti evitate selfie e soprattutto prese in giro politiche, mascherandovi dietro la storiella del civismo e delle liste civiche, perché vi state semplicemente smentendo. I partiti non sono formati da persone civiche e civili? Troppo facile salire sul Carroccio dei vincitori, se avete coraggio, dichiaratevi, altrimenti sarete solo delle meteore senza anima e senza principi, ne morali ne politici che continuano a stare con due piedi in una scarpa a dispetto dei propri elettori.»