QUARTO – Quarantanovenne tradotta in carcere dai carabinieri per ripetute violazioni agli arresti domiciliari. I carabinieri della Tenenza di Quarto hanno arrestato Maria Ivone, di Secondigliano, già nota per reati in materia di stupefacenti commessi a Napoli, raggiunta da un’Ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.i.p. di Napoli che sostituisce la misura cautelare degli arresti domiciliari cui era sottoposta. L’aggravamento è scattato poiché i militari più volte hanno accertato e comunicato all’Autorità Giudiziaria che la Ivone riceveva in casa soggetti non autorizzati a farlo, tra cui il compagno e le estetiste. Dopo le formalità di rito la 49enne è stata tradotta nel carcere femminile di Pozzuoli.