SANT’ANTIMO – I carabinieri della tenenza di Sant’Antimo hanno arrestato un 35enne del luogo per estorsione e maltrattamenti in famiglia. Secondo le indagini dei militari, coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli nord, dal 2013 l’uomo aveva sottoposto la madre, con cui vive, a violenze ed angherie per costringerla a consegnargli denaro per l’acquisto di droga. Intimidazioni e violenze erano quotidiane: la minacciava, la strattonava, spaccava soprammobili, prendeva a calci i mobili. In una delle occasioni più tristi ha afferrato la madre e l’ha spinta contro il muro minacciandola di morte e di dar fuoco all’abitazione. La vittima –  è emerso dagli accertamenti – consegnava al figlio fino a 300 euro a settimana. Tutto è finito quando, stremata, ha trovato il coraggio ed ha denunciato ai carabinieri. Il figlio adesso è in carcere.