POZZUOLI – Una raccolta fondi per sostenere la famiglia di Enzo Lucarelli, autista volontario 118, morto dopo aver contratto il Sars Cov 2. «Enzo era considerato da tutti come un gigante buono, aveva un cuore grande. Era il padre, il marito, il figlio, l’amico che tutti avrebbero voluto avere. Per più di 20 anni è stato al volante di quell’ambulanza, che ha salvato la vita a tante persone. Enzo era un volontario e le sue 12 ore di lavoro valevano 35 euro. L’aiuto che vogliamo offrire è per il piccolo figlio e per la moglie perché Enzo non si sarebbe mai dimenticato di noi e noi non dimenticheremo lui», è la lettera che accompagna la raccolta fondi (clicca qui) lanciata dagli amici che vogliono sostenere con questa iniziativa la famiglia del 46enne.