da sinistra: Silvio De Luca e Mario Pagliuca

POZZUOLI – Non si hanno più notizie di Mario Pagliuca, 40 anni, figlio del RAS Salvatore detto ‘Totore ‘o biondo” e fratello del pentito Lino; e di Silvio De Luca, 41 anni, alias “Silviotto ‘o nanetto”. I due sono ufficialmente “irreperibili” nonostante siano sottoposti a misure di sicurezza. A far perdere le tracce per primo è stato Silvio De Luca, noto alle cronache per la festa con i cantanti neomelodici in seguito alla sua scarcerazione dopo oltre 10 anni. Ex affiliato all’ala quartese dei Longobardi-Beneduce, De Luca attualmente è ritenuto un capo zona dei “600 alloggi” di Monterusciello nonché vicino al clan D’Ausilio di Bagnoli. Sulla sua testa pende una misura di sicurezza detentiva presso una casa lavoro da cui sfugge dall’estate.

SPARITI – Da qualche settimana, invece, è sparito dal Rione Toiano Mario Pagliuca, sottoposto alla libertà vigilata e all’obbligo di firma. L’uomo nei mesi scorsi era finito nel mirino di un nuovo gruppo criminale che, dopo il pentimento del fratello Lino, aveva dato vita a gambizzazioni e raid ai danni di parenti e persone vicine all’ex clan Pagliuca. De Luca e Pagliuca, scarcerati rispettivamente nel 2017 e nel 2019, nel corso degli anni si sono resi protagonisti di una serie di violazioni che hanno portato il Tribunale di Sorveglianza ad emettere misure più restrittive a loro carico.