di Gennaro Del Giudice

rocche_maneggio_6_g
Un maneggio di cavalli (foto generica)

POZZUOLI – Nascondevano droga in una scuderia, per la precisione mezzo chilo di hashish tra i box di un allevamento di cavalli. Una sorta di droga-shop tra fieno, calessi, cavalli e la fitta vegetazione di via delle Colmate, area a ridosso della Foresta di Cuma, tra Licola Borgo e l’Acropoli cumana. A scoprirlo sono stati i carabinieri dell’Aliquota operativa della Compagnia di Pozzuoli diretti dal Capitano Elio Norino e dal Tenente Gianfranco Galletta che hanno arrestato tre persone. Si tratta di: Giovanni De Rosa, 37 anni, residente della zona, Domenico Di Maro, 27 anni residente a Quarto e Franco Lazzarini, 32 anni residente a Pozzuoli. I tre sono accusati di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

 

DROGA TRA I CAVALLI – Il blitz nella scuderia è scattato durante un servizio di controllo del territorio quando. Durante l’operazione i militari hanno perquisito il box-scuderia di un centro allenamento per cavalli proprio in via Delle Colmate, nella disponibilità dei tre, dove hanno rinvenuto 5 panetti di hashish per il peso complessivo di 500 grammi e una somma in denaro di 380 euro, soldi ritenuti proventi d’illecita attività. Al termine delle perquisizioni, dopo le formalità di rito gli arrestati sono stati tradotto nel carcere di Poggioreale. L’operazione è arrivata all’indomani dei 7 sette arresti messi a segno sempre dai carabinieri della Compagnia di Pozzuoli nei confronti di altrettante persone ritenute affiliate al clan “Longobardi-Beneduce” di Pozzuoli accusate di estorsioni e rapine.