POZZUOLI – Scooter e motorini nel mirino dei ladri a via Napoli dove si sono registrati numerosi furti nelle ultime settimane. L’ultimo in ordine di tempo mercoledì, vittima un giovane da rientro dal mare che aveva parcheggiato il mezzo in un’area di sosta nei pressi del lungomare. Si tratta di una lunga serie di episodi nella maggior parte dei casi non denunciata dalle vittime che, come spesso accade, vengono poi contattate per il classico “cavallo di ritorno” che prevede la restituzione del mezzo in cambio di una somma di denaro.

IL FENOMENO – Dopo il furto, che spesso prevede lo spostamento del mezzo in una zona non molto distante (spesso in garage e box auto), il proprietario viene rintracciato nel giro di 24-72 ore e a lui viene richiesta una somma che si aggira intorno a 1/3 del valore del mezzo. Estorsioni in piena regola spesso gestite direttamente dai clan locali attraverso propri affiliati. A via Napoli i furti sono avvenuti quasi sempre in pieno giorno, nella zona del Lungomare “Sandro Pertini” e spesso ai danni di giovani e adulti che avevano parcheggiato i propri mezzi (anche pagando il ticket per le strisce blu) per recarsi in spiaggia.