Il post di Dario Chiocca che ha scatenato le polemiche
Il post di Dario Chiocca che ha scatenato le polemiche

POZZUOLI – Si fa sempre  più acceso lo scontro tra i commercianti ed il Comune, tanto che le sigle di categoria sono arrivate a chiedere il sollevamento dal suo incarico per  Dario Chiocca, presidente dell’Osservatorio comunale per il contrasto e l’emersione del lavoro non regolare.  Con una missiva indirizzata direttamente al sindaco Figliolia, Ascom, Casartigiani, Confartigianato, Confesercenti, Confimprenditori e Unimpresa  attaccano Chiocca per un suo post polemico pubblicato su Facebook, all’indomani della protesta dei negozianti messa in atto attraverso l’apposizione alle vetrine di cartelli contro l’amministrazione.

POST DELLA DISCORDIA – Parlano di “increscioso accadimento” i commercianti, con riferimento al post di Dario Chiocca, che «rischia di danneggiare i rapporti sindacali» con via Tito Livio: «Visto la sua posizione preconcetta, riteniamo che egli non possa continuare a ricoprire con equilibrio e saggezza il ruolo di presidente dell’Osservatorio».  Le sigle di categoria, poi, aggiungono: «Le prese di posizione, incomprensibili  ed irresponsabili, le insinuazioni, le liste discriminatorie e le proposte avanzate ed esposte su Facebook, rendono molto difficile riconoscere al signor Dario Chiocca quell’obiettività indispensabile per chiunque sia chiamato a ricoprire ruoli così delicati. Affermare che i commercianti sono bravi ad esporre cartelli ma on ad avere i dipendenti in regola, è un’accusa che istiga all’odio, una scusa inaccettabile, generica, discriminante, lesiva nei confronti di un’intera categoria». Dunque, queste le dure parole dei commercianti nei confronti di Dario Chiocca, seguite dalla richiesta di rimozione dell’incarico da lui ricoperto.