POZZUOLI – Sono ben nove i Daspo emessi nei confronti di altrettanti tifosi della Puteolana 1902, dopo gli scontri al termine della partita giocata in trasferta contro i casertani del Gladiator 1924. I provvedimenti sono stati presi dalla polizia di Stato, intervenuta lo scorso 14 ottobre per interrompere l’aggressione dei tifosi granata nei confronti dei supporter nerazzurri.

VOLTI TRAVISATI E BOTTIGLIE DI VETRO – Dopo il pesante 4-0 rimediato allo stadio Piccirillo di Santa Maria Capua Vetere e secondo quanto ricostruito dalla polizia, alcuni facinorosi granata si scagliarono contro la fazione opposta, con i volti travisati da sciarpe e cappucci e brandendo aste e bottiglie di vetro. Immediato l’intervento degli agenti, tra cui un poliziotto della Scientifica intento a riprendere gli scontri con una telecamera. Pur di evitare quella registrazione, uno dei tifosi flegrei non esitò ad aggredire l’agente. Per lui è arrivato il provvedimento più pesante: ben otto anni di allontanamento dagli impianti sportivi.

I RECIDIVI – Tra i nove destinatari del Daspo, tre sono risultati recidivi, essendo già stati colpiti da provvedimenti analoghi. Per questi ultimi la durata del divieto di assistere a manifestazioni sportive andrà dai cinque agli otto anni, durante i quali avranno l’obbligo di firma 30 minuti prima e 30 minuti dopo ogni incontro della Puteolana 1902, anche lontano dal Domenico Conte di Arco Felice. Per tutti gli altri, la durata della restrizione sarà da uno a due anni. I destinatari del Daspo, tutti residenti a Pozzuoli, hanno dai 23 ai 36 anni.