via modiglianiPOZZUOLI – Sono disperate le condizioni di Biagio E., il 25enne rimasto ferito nell’incidente di ieri sera in via Modigliani a Pozzuoli. Il giovane è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione del “Santa Maria delle Grazie” per le gravi ferite riportate alla testa e alla milza che gli sarebbe stata asportata nel corso della notte durante un intervento chirurgico. Mentre sembra quasi fuori pericolo Francesco V., l’amico 23enne che viaggiava in moto con lui: quest’ultimo ha riportato ferite alla testa, al fegato ed escoriazioni in varie parti del corpo, ma le sue condizioni non destano particolari preoccupazioni. Niente di grave invece per la donna alla guida dell’auto che nell’incidente ha riportato diverse ferite ed è stata soccorsa in stato di shock.

Incidente (2)LE POLEMICHE – Intanto monta la polemica sull’arrivo dei soccorsi, giunti sul posto alle 19.59 quando, stando al racconto dei testimoni, l’incidente si sarebbe verificato in un orario compreso tra le 19.20 e le 19.30. Lo testimoniano anche le numerose telefonate partite in quegli orari dai cellulari dai residenti e dagli automobilisti intervenuti per prestare i primi soccorsi.

LA RICOSTRUZIONE – I due amici stavano viaggiando in sella a una moto Yamaha quando hanno impattato con l’auto che pare stesse per immettersi in una traversa all’altezza del civico numero 11 di via Modigliani. E proprio su questa manovra che si stanno focalizzando le attenzioni degli uomini della Polizia Municipale di Pozzuoli che indagano sull’accaduto. La donna saliva verso l’incrocio mentre i due giovani scendevano verso via Monterusciello quando è avvenuto il terribile schianto. Il 25enne, alla guida del mezzo, è stato sbalzato finedo a circa 20 metri dal punto dell’impatto mentre il 23enne, che si trovava sul sedile posteriore, è finito a circa 40 metri. Ma ad avere la peggio è stato proprio il conducente della moto. Dopo lo schianto entrambi i mezzi sono stati sequestrati e messi a disposizione dell’autorità giudiziaria.