POZZUOLI – Dovranno mettere in sicurezza l’area e rimuovere i rifiuti pericolosi i tre proprietari di un appezzamento di terreno sequestrato l’otto settembre scorso in via Trepiccioni in seguito a un incendio. Per C.A., C.L. e C.U., tutti appartenenti a un unico nucleo familiare, il comune di Pozzuoli ha messo a disposizione 15 giorni di tempo per mettere fine allo scempio ambientale. Nel terreno di loro proprietà, che sorge ai margini di via Trepiccioni, c’è un cassone scarrabile che nel corso degli anni è stato riempito di rifiuti di ogni genere e poi dato alle fiamme il mese scorso.

LE DISPOSIZIONI – Nell’ordinanza viene disposto di dare immediato corso alle operazioni di messa in sicurezza del sito, allo scopo di evitare ulteriori danni all’ambiente; di eseguire a proprie cura e spese, tutti gli interventi tesi al ripristino dello stato dei luoghi con riguardo alla tutela delle matrici ambientali (suolo, sottosuolo, aria, acqua); di comunicare al Comune l’avvenuta esecuzione di quanto ordinato al fine di consentire l’effettuazione delle
opportune verifiche da parte dei competenti organi di controllo; che l’intervento dovrà essere eseguito da una ditta abilitata e sotto la direzione di un professionista esperto del
settore, seguita da comunicazione al comune di Pozzuoli, all’ASL ed ARPAC di competenza.