di Gennaro Del Giudice

montaggio rapina
In alto da sinistra: i resti di un proiettile, il supermercato Sisa; in basso da sinistra: l’area interdetta dalla Scientifica e un’auto dei carabinieri accanto al motorino utilizzato per la rapina

POZZUOLI – Una rapina ai danni di un supermercato, colpi di pistola sparati in strada, un inseguimento tra i palazzi del rione popolare, un rapinatore arrestato e un altro che è riuscito a fuggire. Sono le scene da “far west” vissute nella tarda mattinata di sabato a Pozzuoli, nel quartiere di Monterusciello, dove per l’ennesima volta rapinatori armati hanno assaltato il supermercato Sisa-Catania di via Pagano. Questa volta però i banditi non l’hanno fatta franca: uno è stato arrestato mentre il complice, a cui stanno dando la caccia i carabinieri, ha le ore contate. Quella consumata ieri è la nona rapina messa a segno ai danni del supermercato Catania-Sisa negli ultimi anni.

 

follero giovanni
Giovanni Follero, il rapinatore arrestato

L’ASSALTO – Tutto è successo intorno alle 13 quando due uomini a bordo di un motorino hanno preso di mira il supermercato che sorge nella zona delle cooperative. Secondo le prime ricostruzioni effettuate sul posto un rapinatore, pistola in pugno, ha fatto irruzione nel locale, ha minacciato un cassiere e si è fatto consegnare i soldi, in tutto poche centinaia di euro.Durante il raid all’interno del locale si trovava un carabiniere libero dal servizio. Il militare, che in un primo momento non veniva notato dai malviventi, una volta accortosi della rapina immediatamente inseguiva i due intimando loro l’alt. A quel punto venivano esplosi una serie di colpi di pistola (forse tre) con il militare che si metteva all’inseguimento dei rapinatori che poco dopo venivano intercettati tra i palazzi popolari dei “ ‘600” alloggi.

 

L’ARRESTO – Uno dei due banditi veniva acciuffato in via Viani, nei pressi di alcune abitazioni mentre il complice riusciva a scappare. Il rapinatore finito in manette, Giovanni Follero, 25 anni, residente nel quartiere di Monterusciello. A terra rimaneva il mezzo utilizzato per la rapina, uno scooter modello Liberty. Intanto nel quartiere accorrevano numerose auto dei carabinieri che davano la caccia al fuggitivo. Sul luogo della rapina giungevano i militari della Compagnia di Pozzuoli diretti dal capitano Elio Norino, della stazioni di Monterusciello diretti dal maresciallo Giorgio Bollino e gli uomini della Scientifica per i rilievi. A terra venivano rinvenuti i resti dei proiettili esplosi e l’area interessata veniva interdetta fino al primo pomeriggio. Le fasi della rapina sono state riprese dalle telecamere di sorveglianza installate all’interno e all’esterno del supermercato e acquisite dagli inquirenti. Lungo la strada sono stati rinvenuti anche uno scaldacollo e un casco usati dai malfattori per celare i loro volti, sottoposti a sequestro insieme al motoveicolo da loro utilizzato.

 

CACCIA ALL’UOMO – Intanto è caccia all’uomo a Monterusciello, per l’intera giornata i militari hanno battuto palmo a palmo il quartiere alla ricerca dell’altro rapinatore che sembra avere le ore contate. In serata invece Giovanni Follero,  arrestato per rapina aggravata in concorso, è stato trasferito nel carcere di Poggioreale.

 

LE FOTO (Angelo Greco)

[cronacaflegrea_slideshow]