POZZUOLI – E’ stato stanato ieri nei “600 alloggi” di Monterusciello colui che è ritenuto essere il braccio destro del boss fantasma che da 5 mesi sta mettendo a ferro e fuoco il quartiere in una guerra unilaterale verso i superstiti del clan Longobardi. Si tratta di Massimiliano Ferri, 44 anni, personaggio già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato arrestato nella tarda mattinata di ieri dai carabinieri del Nucleo Operativo di Pozzuoli e rinchiuso nel carcere di Poggioreale. Potrebbe essere lui uno dei complici che hanno partecipato alle stese e ai raid delle ultime settimane.

L’ARRESTO – Ferri è finito in manette durante un blitz condotto nel quartiere dai militari che stanno dando la caccia all’autore di gambizzazioni, stese, spari e intimidazioni contro i commercianti di Monterusciello. Per l’intera mattina hanno cinto d’assedio la zona prima di arrestare il 44enne, trovato nella sua abitazione in via De Chirico. Un’operazione che ha contribuito a stringere ulteriormente il cerchio attorno al “fantasma” che ora sembra avere le ore contate.