Pozzuoli ha detto "no" alle antenne selvagge
Pozzuoli ha detto “no” alle antenne selvagge

POZZUOLI – Riceviamo e pubblichiamo il documento del Direttivo del Partito dell’Italia dei Valori di Pozzuoli in merito all’approvazione del “Piano Antenne” per il comune di Pozzuoli, inviato al sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia e al Presidente del Consiglio Enrico Russo. Nel documento l’IDV muove le proprie perplessità sulla scelta, da parte dell’Ente, di avvalersi di una società che offrirebbe servizi di ingegneria di rete proprio agli operatori di telefonia fissa e mobile, direttamente interessati dal piano stesso. Insomma, secondo l’IDV, ci si ritroverebbe di fronte a un evidente “conflitto di interessi” che pregiudicherebbe la reale valutazione sui rischi per la cittadinanza. Pertanto, il direttivo del partito chiede che “l’Amministrazione Comunale di Pozzuoli convochi una pubblica Assemblea che informi dettagliatamente la Cittadinanza e si confronti con chi abbia da richiedere chiarimenti e/o precisazioni”.

LA LETTERA – Il Direttivo del Partito dell’Italia dei Valori, preso atto con soddisfazione dell’approvazione, nella seduta del Consiglio Comunale del 10 Marzo del “Piano delle Antenne”, ovvero “della regolamentazione e pianificazione territoriale per la localizzazione di impianti di telefonia mobile e monitoraggio dei campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici”, deve purtroppo rilevare che lo stesso non è stato adeguatamente pubblicizzato né tantomeno vi è stato alcun confronto con le forze politiche e le Associazioni presenti sul territorio.

Ad un primo esame dello stesso suscita perplessità la scelta, quale consulente tecnico, non di un Dipartimento dell’Università o di una Società senza specifici interessi ma, al contrario, di una Società che offre, come si rileva dal sito Internet della stessa, servizi di ingegneria di rete proprio agli operatori di telefonia fissa e mobile, direttamente interessati dal piano stesso. La circostanza che detta Società abbia offerto gratuitamente i suoi servigi, essendo a scopo di lucro, rafforza i dubbi sulla piena validità di quanto deliberato.

Poiché quest’ultimo può avere implicazioni dirette sulla salute dei cittadini, appare pertanto necessario che l’Amministrazione Comunale ed il Consiglio Comunale stesso si facciano promotori di un’iniziativa che informi la cittadinanza, facendo chiarezza sul contenuto del detto Piano, precisando in particolare quali cautele siano state adottate al fine di minimizzare le esposizioni elettromagnetiche pericolose per la popolazione. Alla luce di quanto innanzi esposto, si chiede che l’Amministrazione Comunale di Pozzuoli convochi una pubblica Assemblea che informi dettagliatamente la Cittadinanza e si confronti con chi abbia da richiedere chiarimenti e/o precisazioni.