POZZUOLI – A partire da febbraio la città di Pozzuoli avrà il suo sportello sociale. L’appuntamento è per ogni giovedì dalle 17 alle 19 presso la casa del custode dell’ex Convitto delle Monachelle, ad Arco Felice. Il servizio sarà supportato da avvocati, consulenti del lavoro e attivisti. Le pratiche di mutualismo abbracceranno diversi ambiti: reddito di cittadinanza, assistenza legale per i lavoratori, questione residenza, sportello immigrazione (permesso di soggiorno, asilo politico). Ad annunciarlo sono stati i rappresentanti di Potere al Popolo di Pozzuoli.

L’INIZIATIVA – «Nell’area flegrea è trascorso qualche decennio dalla chiusura di alcune fabbriche di rilevanza nazionale. Con la crisi economica che morde, sempre più persone si sono trovate ad affrontare situazioni di disagio e si è ricominciato ad emigrare. Le difficoltà si abbattono su tutti, anche se colpiscono in modo differente ognuno, a seconda del sesso, della nazionalità, del lavoro o dell’assenza di lavoro, della residenza e così via. La solidarietà può essere la base sociale su cui appoggiarsi per provare a risolvere i problemi, per non restare soli, per combattere l’esclusione sociale. Vogliamo intervenire praticamente sulle difficoltà dei cittadini e approfittarne per condividere le esperienze che siamo costretti a subire e quelle che ci hanno portato ad ottenere vittorie. Abbiamo pensato di mettere a disposizione gratuitamente le competenze di ognuno di noi per condividere il fardello di questi tempi e rialzare la testa, costruendo un futuro migliore, giorno per giorno», scrive in una nota il gruppo.