POZZUOLI – «Sono anni che prestiamo il nostro servizio per il Comune di Pozzuoli senza un reale contratto di lavoro. In molti settori il nostro contributo è stato fondamentale per garantire servizi essenziali per la città ed i cittadini. Le norme inserite nell’ultima Legge di Bilancio rappresentano un’opportunità incredibile per continuare a garantire servizi e contestualmente dare dignità a noi lavoratori socialmente utili. Chiediamo pertanto un impegno da parte dell’amministrazione e di tutte le forze politiche affinché si proceda celermente con la stabilizzazione, che rappresenta un’opportunità per la città e per le nostre famiglie». Poche ore fa il Comitato Autonomo Lsu Pozzuoli ha protocollato, presso il Comune, una richiesta ufficiale affinché si proceda alla procedura di stabilizzazione. I lavoratori socialmente utili fanno anche sapere di essere pronti a costituirsi in assemblea permanente qualora non fossero dati veloci riscontri alla loro istanza.

SCADENZA VICINA – Il termine entro cui gli enti locali devono presentare istanza alla presidenza del Consiglio dei Ministri per accedere al riparto delle risorse stanziate è stato fissato al 31 gennaio prossimo. Da qui il pressing del Comitato Autonomo Lsu Pozzuoli che spinge perché venga convocato con urgenza un Consiglio comunale in modo da poter dare mandato agli uffici preposti per l’avvio delle procedure di stabilizzazione.