POZZUOLIDopo i sopralluoghi del mese di maggio, svolti congiuntamente dalla Polizia Municipale di Napoli e Pozzuoli in seguito al ritrovamento di un cadavere, è arrivata oggi l’ordinanza del Sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia che ha disposto, per motivi di sicurezza, la pulizia e la chiusura con tamponatura e recinzione dell’edificio “Ex Convitto delle  Monachelle” ad Arco Felice.

L’EX CONVITTO – La struttura, di proprietà del Comune di Napoli, dopo alcuni interventi sulle strutture portanti, risalenti a qualche decennio fa, è stata poi lasciata in totale stato di abbandono. Nel corso del tempo parte delle stanze vuote e non rifinite sono state utilizzate come ricovero da diversi senza fissa dimora, alcuni dei quali tuttora presenti. Nel 2017 un gruppo di cittadini, poi costituitisi nell’omonimo comitato, ha deciso di prendersi cura di quel bene abbandonato per restituirlo alla collettività. Il sito fu ripulito dalle erbacce e dai rifiuti ed alcuni locali furono occupati per consentire lo svolgimento di attività sociali. In questi anni il Comitato ha interloquito a più riprese con le amministrazioni di Napoli e Pozzuoli richiedendo il recupero ai fini sociali della struttura, senza però ottenere risultati significativi concreti. Lo scorso maggio, di comune accordo le due Amministrazioni hanno preso la decisione di liberare lo stabile da cose e persone, di  murare tutti gli accessi e di recintare l’area per impedire nuove occupazioni. Ciò metterà fine anche alle attività del Comitato “Ex Convitto delle Monachelle”. Il Comune di Napoli avrà tempo fino al 31 luglio per eseguire l’ordinanza sindacale.