POZZUOLI – L’ultima vittima della “strage” di anziani nel quartiere di Monterusciello è Luigi Tufano, 82 anni, il marito di Antonietta Indino, 79 anni, morta un mese fa. Tufano è deceduto l’altro ieri nell’ospedale San Giuliano di Giugliano, dove era giunto dopo la chiusura del “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli. I coniugi vivevano in una casa popolare nel lotto 3 di via Pierpaolo Pasolini, nel quartiere di Monterusciello. Tufano era stato ricoverato il 26 marzo scorso all’indomani della morte della moglie, Antonietta Indino, 80 anni, la donna che dopo una caduta in casa fu soccorsa da alcuni vicini, uno dei quali infettatosi in quell’occasione. Trasferita in ospedale in seguito alla rottura di un femore, l’80enne risultò positiva al tampone e morì tre giorni dopo per una crisi respiratoria. In quelle ore, nello stesso reparto del Santa Maria delle Grazie, moriva anche una 79enne, sua amica, che abitava in una palazzina accanto alla sua.

MORTO DA SOLO – Una catena di morte che non si fermava: dopo qualche giorno anche il marito di quest’ultima, ricoverato e intubato mentre la moglie spirava, moriva anch’egli in seguito a una crisi respiratoria. Intanto Luigi Tufano, rimasto solo in casa e all’oscuro della morte della consorte, veniva soccorso dai sanitari del 118 che lo trovavano in precarie condizioni igienico-sanitarie e di salute. Trasferito in ospedale risultava positivo al tampone: è morto dopo un mese di degenza. Ed è morto senza aver mai saputo del decesso della moglie avvenuto un mese prima: la coppia non aveva figli e dai primi giorni dell’emergenza è stata assistita da una nipote, residente nella città di Napoli, che attraverso i sanitari dei vari ospedali è riuscita ad avere notizie sulle sorti degli zii.

LA TRAGEDIA – Un dramma senza fine per la famiglia di Luigi Tufano: due settimane fa era morto anche il marito della sorella, Salvatore Guerriero, 85 anni, ex commerciante di Pozzuoli che viveva in via Serao, sempre nel quartiere di Monterusciello. Quest’ultimo e la moglie, proprio insieme all’82enne e ad Antonietta Indino, avevano partecipato il 5 marzo scorso alla festa di compleanno del fratello di Tufano: tutti e quattro si erano mossi da Monterusciello alla volta di Napoli per trascorrere una serata in compagnia. L’ultima insieme prima della lunga catena di contagi e decessi che ha risparmiato solo la moglie di Guerriero, risultata negativa al tampone.