POZZUOLI – Protesta questa sera all’ingresso dei depuratori di Licola. Un gruppo di cittadini, con le mascherine al volto, ha inscenato un sit-in per dire “basta alla puzza che da giorni sta infestando il quartiere”. Da giorni, infatti, la situazione nella zona è diventata insostenibile a causa di puzza e miasmi che provengono dall’impianto. La protesta andrà avanti anche domani sera, con un nuovo presidio organizzato per le 20 dai comitati locali insieme ai rappresentanti del M5S e di Pozzuoli Ora.

LA DENUNCIA – “A gennaio facemmo visita al Depuratore, raccogliendo rassicurazioni rispetto all’ultimazione dei lavori, e quindi dei disagi, prevista ad agosto. È evidente che non tutto è andato come doveva. -spiegano i consiglieri Raffaele Postiglione e Antonio Caso- A luglio, raccogliendo un’istanza dal basso, proponemmo in Consiglio Comunale l’installazione di centraline per il controllo dell’aria, dando mandato di mettere in campo quanto necessario al Sindaco Figliolia e al Vice Sindaco Zabatta con delega all’ambiente. Delle centraline non c’è traccia e nemmeno del loro impegno. Tante, troppe, solo chiacchiere. Porteremo nuovamente la questione in Consiglio Comunale, convocheremo nella Commissione consiliare competente i vertici delle aziende che stanno gestendo il Depuratore di Cuma. Vogliamo chiarezza!”