Collage Je Reviendrai big
Raffaele La Ragione e il docente Ugo Orlandi

di Violetta Luongo
POZZUOLI –
«Dopo anni di ricerche è davvero gratificante vedere completato un lavoro come questo», sono le prime parole di Raffaele La Ragione, giovane mandolinista puteolano che ha visto incidere il suo primo disco. Un lavoro a quattro mani realizzato con il suo maestro Ugo Orlandi e dedicato alla figura di Nicola Maria Calace. Puteolano di origine ma ormai bresciano d’adozione, il 28enne La Ragione continua a portare in giro per il mondo la sua passione nata a 11 anni sui banchi della  Giacinto Diano, unica scuola media in Italia ad offrire un corso gratuito di mandolino, poi i 7 anni al Conservatorio ed ora la sua prima “creatura”.

UN DISCO CHE SVELA UNA STORIA MISTERIOSA – Un Cd che racconta la storia, la tradizione e la cultura mandolinistica dalle lontane e antiche origini attraverso la figura del liutaio e musicista napoletano Calace. Famosa famiglia di liutai, il capostipite Antonio lasciò l’eredità ai due figli Nicola e Raffaele, quest’ultimo definito “Il Paganini del mandolino” per la forza e l’espressività delle sue opere, fu un grande concertista di liuto cantabile applaudito in tutto il mondo. La cui fama creò dissidi con il fratello Nicola che emigrò in America e lì continuò la sua arte creando pregiatissimi strumenti. «Le notizie biografiche su Nicola, che fino a qualche anno fa risultavano avvolte dal mistero, e l’ascolto delle sue composizioni, per la maggior parte sconosciute dal repertorio mandolinistico attuale, – spiega La Ragione – rappresentano un ulteriore, e aggiungerei fondamentale, tassello nella storia del mandolino napoletano».

cover Je Reviendrai
Il primo disco del puteolano La Ragione

L’800 IN MUSICA – Il disco dal titolo “Je Reviendrai”, ed edito da Cmi, tratteggia in musica l’arte e la vita di Nicola Maria Calace, spesso confuso con l’omonimo nonno, fu direttore di un Circolo mandolinistico a Napoli e compositore di oltre 100 numeri d’opera, i brani nel cd, tutti registrati per la prima volta, appartengono al periodo napoletano che va dal 1885 al 1905 e rivelano un compositore abile e colto dal punto di vista melodico e armonico. La sua vita è segnata dalla partenza per New York e dall’allontanamento dalla famiglia, il titolo “Je Reviendrai” (Io ritornerò), secondo gli autori Orlandi e La Ragione è la chiave di lettura del progetto di Nicola Calace, partire per poi ritornare. Un ritorno in musica nella sua città a cui aspira lo stesso Raffaele La Ragione che conclude: «Mi auguro ci sia al più presto l’occasione di poter presentare questa musica anche a Pozzuoli».