POZZUOLI – San Gennaro, vescovo e martire, viene festeggiato il 19 settembre. Nato a Napoli nella seconda metà del III secolo ed eletto vescovo di Benevento, il protettore degli orafi e dei donatori di sangue viene decapitato per ordine di Diocleziano il 19 settembre del 305. Durante l’esecuzione una nobildonna di nome Eusebia raccoglie in due ampolle il sangue di san Gennaro. Dopo l’editto di Costantino un vescovo di Napoli fa traslare le ossa di san Gennaro dalla città Pozzuoli alle catacombe della città partenopea. In quest’occasione Eusebia regala al vescovo le due ampolle con il sangue del martire.

LE CELEBRAZIONI – Ieri alle ore 18.30, nella Basilica Cattedrale, il vescovo di Pozzuoli, Monsignor Gennaro Pascarella, ha presieduto la Santa Messa vigiliare nella solennità di san Gennaro vescovo martire. Stasera, alle 19, il Vescovo presiederà la Santa Messa solenne nel Santuario di San Gennaro alla Solfatara.