POZZUOLI – In bilico sullo scheletro del “Vicienz ‘a mare” ad almeno dieci metri di altezza. E’ il folle gioco di tre giovanissimi che per alcuni minuti hanno tenuto col fiato sospeso le tante persone che questo pomeriggio passeggiavano sul lungomare di via Napoli. Nonostante l’accesso all’edificio sia stato interdetto con cancellate in ferro, i tre sono riusciti ad arrampicarsi raggiungendo l’ultimo piano. E qui che, presi dall’incoscienza, si sono più volte avvicinati all’estremità sporgendosi nel vuoto. Solo le urla e i richiami da parte di alcune donne hanno convinto i tre a scendere dalla palazzina. Le “passeggiate” sul Vicienz ‘a mare sono diventate una cattiva abitudine diffusa tra i giovanissimi, che si avventurano nella struttura di cemento noncuranti dei numerosi pericoli a cui vanno incontro.