POZZUOLI – Il Macellum di Pozzuoli ieri sera si è tinto di rosso per rispondere all’appello di “Libera Contro le Mafie” e di don Luigi Ciotti per «fermare l’emorragia di umanità». Di rosso era vestito il piccolo Aylan, tre anni, la cui foto nel settembre 2015 suscitò la commozione e l’indignazione di mezzo mondo. Di rosso erano vestiti i tre bambini annegati l’altro giorno davanti alle coste libiche. Al calar del sole l’antico mercato romano, crocevia di fenomeni migratori del Mediterraneo e delle tante culture che lo hanno da sempre caratterizzato, ha indossato la sua maglia rossa aderendo così alla giornata di impegno nazionale, unendosi alle migliaia di associazioni, comitati, scuole, musicisti, giornalisti, scrittori e cittadini. L’iniziativa è stata promossa dal comune di Pozzuoli, Premio Civitas e Parco Archeologico dei Campi Flegrei.