POZZUOLI – Ha atteso per tre ore che il suo idolo finisse gli allenamenti per mostrargli tutto il suo affetto. Mario, 7 anni, piccolo calciatore della Puteolana 1909, dopo la contestazione di Frosinone è partito dalla sua casa di Monterusciello insieme ai genitori, Luigi e Roberta, per recarsi al centro sportivo di Castelvolturno con la speranza di incontrare Josè Callejon. All’uscita del numero 7 azzurro il piccolo Mario ha mostrato un cartello con scritto: “Forza Josè figlio di questa città, noi e Napoli ti amiamo” ricevendo il saluto dell’attaccante azzurro. «Mio figlio va matto per il calcio e spera in un giorno di diventare come Callejon. Ieri ha atteso dalle 15 fino alle 18 che uscisse il suo idolo insieme a noi. Il suo sogno è di poterlo incontrare di persona prima o poi» racconta mamma Roberta. E chissà che questo doppio sogno non si avveri…