POZZUOLI – Erano diventati l’incubo dei residenti e degli automobilisti i due parcheggiatori abusi fermati ieri mattina dai carabinieri nel “Parco Augusto” ad Arco Felice. Si tratta di due uomini di mezza età, entrambi di Pozzuoli e già noti alle forze dell’ordine, che da tempo avevano messo le mani sullo spazio che sorge davanti a un complesso residenziale. E sono stati proprio i residenti esasperati a chiedere aiuto ai militari che hanno fermato, sanzionato e allontanato i due abusivi a cui è stato sequestrato l’incasso della giornata.

IL BUSINESS – Il parcheggio su cui avevano messo le mani confina con la spiaggia libera di Arco Felice, meta ogni giorno di numerosi bagnanti i quali, per risparmiare i soldi del ticket per la sosta sulle strisce blu, scelgono proprio il Parco Augusto come luogo per parcheggiare le proprie auto. Un business da centinaia di euro a settimana che avrebbe spinto gli abusivi a ricavare quanti più posti auto possibile attraverso una stratagemma ben definito: provocare danni ai mezzi delle famiglie che vivono nella vicina palazzina per scoraggiarli a parcheggiare in prossimità delle loro abitazioni. Questa la denuncia da parte dei residenti, che ieri mattina hanno tirato un sospiro di sollievo quando i militari hanno cacciato i due. Stessa soddisfazione per i tanti automobilisti a cui, ogni giorno, chiedevano la classica “offerta a piacere” che in realtà, però, mascherava tariffe che non dovevano mai essere inferiori a un euro, altrimenti volavano insulti e minacce.