POZZUOLI – «Ci vogliono risposte concrete ed interventi immediati per risolvere gli ormai annosi problemi della Ctp. A pagarne le spese sono sia i cittadini, a cui vengono tagliati sempre più  servizi, sia i dipendenti che quotidianamente lavorano onestamente e con fatica ma a cui non vengono riconosciuti i propri diritti». A dirlo è il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, in seguito agli scioperi annunciati per il settore del trasporto pubblico locale.

SOS ALLA CITTA’ METROPOLITANA – «La situazione che sta vivendo la Ctp ha ormai raggiunto dei livelli paradossali – ha aggiunto il primo cittadino – bus che mancano sul territorio, corse saltate, ritardi infiniti. Tutti disservizi che danneggiano la normale quotidianità di ciascun cittadino. Tutta la mia solidarietà va poi ai lavoratori, agli autisti e tutti i dipendenti che percepiscono pagamenti a singhiozzo. È una situazione non più tollerabile. Il sindaco della Città metropolitana ne prenda coscienza, ma lo faccia per davvero. Siamo davanti ad una criticità che sta annientando il trasporto pubblico locale. Si trovi una soluzione senza più rimandare e si faccia capire per davvero che piani esistono sul tavolo. Nell’immediato si dia risposta ai lavoratori: sarebbe un’altra immensa ingiustizia non pagare gli stipendi, lasciando famiglie in balìa degli avvenimenti».