Via Carlo Rosini
Via Carlo Rosini, il luogo dell’aggressione

POZZUOLI – Stavano parcheggiando la propria auto sulle strisce blu quando sono stati presi di mira da alcuni rapinatori che li hanno aggrediti portandolgi via un orologio di valore. E’ accaduto in via Carlo Rosini a Pozzuoli, nei pressi del monumento ai Caduti. Le vittime sono un uomo e una donna che si trovavano a bordo della loro auto. La coppia stava parcheggiando sul ciglio della strada quando alcuni malviventi si sono avvicinati mettendo a segno la rapina. Dopo aver colpito con un calcio la portiera dell’auto hanno mandato in frantumi il vetro del finestrino costringendo i due a consegnare un orologio di valore sotto la minaccia di una pistola. Dopo il raid si sono dati alla fuga a bordo un motorino lasciando sotto shock le vittime.

 

AUTO TURISTI DEVASTATA – Lo scorso 24 aprile scorso toccò a una famigliola proveniente dalla Germania, giunta a Pozzuoli da Berlino, finire nel mirino dei vandali sempre in via Carlo Rosini. Yuri, 35 anni di origini russe, Barbara la moglie 30enne nativa della Norvegia e il loro piccolo figlio Boris di appena 2 anni avevano dedicato un giorno della loro vacanza italiana in giro per la città di Pozzuoli. La mattinata l’avevano trascorsa a visitare la Solfatara per poi pranzare in un ristorantino che cucina specialità marinare a Via Napoli, lasciando l’auto sulle strisce blu di via Carlo Rosini, nei pressi del Monumento ai Caduti. Ma al ritorno dal pranzo per loro arrivò la triste scoperta: il lunotto posteriore della loro Volvo V50 era stato sfondato da ignoti che però non ha prelevato nulla dall’abitacolo. Gli autori del raid si erano “accontentati” a provocare solo danni.